Buon Natale 2010

L’articolo di testa con cui auguravamo a tutti i nostri lettori BUONE FESTE nel 2010.

Il Santo Natale e l’Anno Nuovo sono alle porte per chiudere un anno difficile e tormentato. Un anno che ha condizionato in modo preoccupante la vita di ogni giorno e coinvolto negativamente questa nostra società sempre malata, sempre più in pericolo, costretta giorno dopo giorno a lottare per mantenere un posto di lavoro o trovarne uno di precario, a causa di una crisi economica che non accenna a riprendersi.

Le festività dovranno essere un’occasione per fermarsi un attimo a riflettere. Occorre capire se tutto ciò che abbiamo fatto, creato e stimolato, ha osservato una linea guida, se le nostre intenzioni hanno avuto un senso e le nostre azioni un risultato che era nelle nostre speranze, o se, mettendo nel cassetto egoismi e personalismi più
o meno celati, avremmo potuto dare e fare di più.

E proprio immerso in queste riflessioni, davanti al fuoco di un caminetto che emana calore ed amicizia, porgo a tutti i miei soci, simpatizzanti ed abbonati, agli Alpini in armi ed in congedo, ai tanti estimatori e generosi lettori con le loro famiglie, gli Auguri più sinceri di Buon Natale e un sereno Anno Nuovo.

Un anno che sia pieno di solidarietà, di amore e di speranza, in particolare per coloro che sono in difficoltà a  condurre una vita almeno dignitosa.

Auguri al presidente nazionale Corrado Perona e sezionale Arrigo Cadore con tutti i loro collaboratori, alle Sezioni, ai Gruppi, alle Forze Armate, alle Associazioni Combattentistiche e d’arma, al meraviglioso mondo del Volontariato, ai Parlamentari ed Amministratori locali, affinché possano trovare quella capacità indispensabile a superare le loro divisioni ideologiche per risolvere insieme questa profonda crisi che ha colpito tutti i cittadini di tanto buon senso e provato spirito di sacrificio, ritornando a considerarsi “avversari” e non “nemici”, in modo di poter rispettare le idee di ciascuno, in una società che è in continua e pericolosa evoluzione specialmente nel mondo giovanile.

Un augurio particolare ai responsabili della Stampa alpina e ai Collaboratori che con il loro impegno continuano a difendere quei principi e ad inseguire quegli ideali che rendono sempre più amata la nostra Associazione.

Un augurio fraterno ai Militari impegnati all’estero nelle missioni di pace ed in particolare al nostro 7° RGT Alpini, che ha pianto i suoi figli Gianmarco, Francesco, Marco e Sebastiano, vittime del dovere per garantire pace e libertà.

Un augurio fraterno a coloro che stanno soffrendo per le loro condizioni di salute e uno riconoscente a tutti gli anziani ospiti delle strutture a loro riservate.

Auguri a tutti voi che mi state leggendo, nella speranza che il 2011 veda consacrati quei valori, quei sentimenti, quei sani principi che, trasmessici dai nostri padri con tanto sacrificio e molta speranza, l’attuale società ha terribilmente e colpevolmente perso, ma che noi Alpini, con il nostro indiscusso   impegno ed esempio, nelle grandi come nelle piccole realtà locali, continuiamo a difendere affinché il rapporto  umano abbia ancora un significato di valori, di testimonianze, di solidarietà.

COL MAOR

 

Leggi tutti i Col Maòr dell’anno 2006

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.