Aspettando l’Adunata 2017…

La “Marcia dei cent’anni – Di qua e di là del Piave” organizzata dalla Sezione ANA Conegliano, con le sette Sezioni consorelle

La Sezione di Conegliano dell’Associazione Nazionale Alpini in collaborazione con le Sezioni di Treviso, Valdobbiadene, Vittorio Veneto, Belluno, Cadore, Feltre, Venezia e con l’ASD Marcia del Piave Organizza il 6 e 7 maggio 2017 la “Marcia dei cent’anni – Di qua e di là del Piave”, staffetta podistica ludico motoria.

I partecipanti alla staffetta dovranno provvedere al tesseramento ANA (il tesseramento è indispensabile per la copertura assicurativa).

Iscrizioni entro il 31 marzo 2017.

I partecipanti dovranno compilare un modulo di iscrizione e con l’iscrizione i partecipanti dichiarano di accettare il presente regolamento e di sollevare gli organizzatori da ogni responsabilità in caso di infortuni, incidenti, danni a cose e persone derivanti dalla partecipazione alla staffetta.

Il percorso è in prevalenza asfaltato.

I cambi programmati per il passaggio del testimone sono 27 (ogni dieci kilometri circa).

Partenza sabato 6 maggio alle ore 6.45 dalle sorgenti del Piave (monte Peralba) e arrivo a Valdobbiadene alle ore 20.30 sosta di metà corsa e partecipazione alla festa “Suoni Canti Immagini della Grande Guerra”.

A Valdobbiadene possibilità di rancio e per gli staffettisti possibilità di pernottamento in branda su prenotazione.

Domenica 7 maggio 2017 partenza ore 8.00 da Valdobbiadene e arrivo alla foce del Piave (Cortellazzo) alle ore 18.00. A conclusione della manifestazione rancio presso baita degli Alpini di S. Donà di Piave ore 19,30.

Durante il tragitto ci fermeremo a rendere omaggio con la deposizione di una corona a 63 tra monumenti, sacrari, cippi, cimiteri militari che incontreremo sul percorso.

La staffetta sarà composta da un minimo di sei persone e massimo di 15 andatura di Km 10,5 orari in gruppo con cambi regolari presso i ristori.

A tutti i partecipanti alla staffetta verrà donata una maglietta da indossare durante il percorso e anche ai presenti nella carovana al seguito verrà data la maglietta in modo da evidenziare un’immagine coordinata.

I partecipanti dovranno rispettare il codice della strada e saranno preceduti e seguiti da mezzi dell’organizzazione con i lampeggianti; sarà garantita la presenza di un’ambulanza.

La manifestazione avrà luogo con qualsiasi tempo.

L’organizzazione pur garantendo tutta l’assistenza possibile declina ogni responsabilità per eventuali danni o infortuni ai partecipanti.

Per informazioni:

 

“L’Adunata del Piave” Adunata Nazionale degli Alpini 2017 voluta nel territorio del Piave per la commemorazione del centenario della Grande Guerra non poteva non prevedere una manifestazione che rendesse omaggio al fiume sacro.

La marcia dei Cent’Anni “di qua e di là del Piave” staffetta podistica non competitiva percorrerà il tragitto del Piave dalla sorgente, ai piedi del Monte Peralba in comune di Sappada, fino alla foce di Cortellazzo in comune di Jesolo.

La staffetta prevede, accanto all’avvenimento prettamente sportivo, anche dei momenti di commemorazione con cerimonie di deposizione di una corona presso i 63 Cippi, Monumenti, Lapidi, Cimiteri Militari, Sacrari che incontreremo nel nostro percorso e dei momenti di aggregazione e festa, sabato sera a Valdobbiadene e domenica sera a San Donà di Piave.

Il fiume Piave è considerato Sacro alla Patria in virtù degli avvenimenti storici accaduti sulle sue sponde durante la prima guerra mondiale.

Il ruolo del fiume nella storia della Patria non sfugge a nessuno, vuoi per la strenua difesa che lungo i suoi argini oppose l’esercito italiano, vuoi per la canzone “La leggenda del Piave” cara a generazioni di italiani, vuoi per l’epopea dei ragazzi del ’99, vuoi per le imprese degli Arditi, questo fiume a tutti gli effetti rientra a pieno titolo nella leggenda…

Il Piave è il fiume della “cacciata dello straniero”, il fi ume della resistenza ad oltranza, e poi della vittoria.

La manifestazione intende promuovere, in occasione dell’Adunata del Piave nella ricorrenza dei cento anni della grande guerra, la conoscenza del territorio del Piave sotto il profilo paesaggistico storico valorizzando il recupero dei monumenti dedicati alla memoria dei caduti.

Con il passaggio nei comuni bagnati dal Piave intendiamo inoltre portare un messaggio di pace, di amicizia, di fratellanza e di solidarietà tra le genti del fiume sacro.

Il percorso di 240 Km circa si snoderà lungo le arterie che costeggiano il fiume Piave.

 

 

(Foto tratta dall’Archivio Nazionale Austriaco)

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.