Disposizioni Adunata 2016

La Sezione ANA di Belluno ha inviato ai capi gruppo le seguenti disposizioni per tutti i partecipanti all’Adunata Nazionale degli Alpini di ASTI 2016

Belluno, 13 aprile 2016

AI SIGNORI CAPI GRUPPO DELLA SEZIONE
AI SIGG. COMPONENTI IL CONSIGLIO DIRETTIVO DELLA SEZIONE
LORO INDIRIZZI

OGGETTO: ADUNATA NAZIONALE DI ASTI – 13-14-15 MAGGIO 2016

In osservanza alle disposizioni più volte date dalla Sede Nazionale negli anni precedenti in occasione delle Adunate Nazionali, e confermate con apposita lettera circolare del 18 febbraio 2016, torno ancora, in occasione della Adunata di Asti, a richiamare la vostra attenzione affinché venga svolta una efficace azione persuasiva verso i Soci al fine di attenersi alle seguenti disposizioni che quest’anno per la particolarità della manifestazione dovranno essere oggetto di tassativa osservanza:
a) è dovere dei Soci salutare il Labaro Nazionale decorato con 216 Medaglie d’Oro, al passaggio dello stesso; analogo atteggiamento è opportuno al passaggio dei Vessilli sezionali decorati di Medaglia d’Oro;
b) si ribadisce l’assoluto divieto dell’uso di automezzi o carri agricoli addobbati in modo stravagante e carnevalesco, che in maniera strombazzante cercano di richiamare l’attenzione dei partecipanti all’Adunata, soprattutto nelle ore serali di venerdì e sabato, disturbando invece la cittadinanza dimostrando di non aver compreso lo spirito alpino. I cosiddetti “trabiccoli”, sono assolutamente vietati;
c) nei confronti delle donne mantenere un atteggiamento uguale a quello che si vorrebbe riservato alla propria mamma o alla propria moglie;
d) evitare che il Cappello Alpino, sacro simbolo della specialità, venga degradato e reso ridicolo con penne lunghissime e sproporzionate alle dimensioni del cappello stesso oppure riempito di cianfrusaglie varie; poiché il cappello rappresenta il simbolo di chi ha svolto il servizio militare nelle Truppe alpine, ne è vietato l’uso a tutti coloro che non lo hanno avuto in dotazione con il corredo al momento della loro incorporazione nei Reparti Alpini ed in particolare alle donne ed ai ragazzi che fanno parte dei complessi musicali o corali;
e) allo scopo di contenere i tempi dello sfilamento, che deve essere su righe di 9 (nove) alpini, le distanze debbono essere contenute tra riga e riga e tra gli striscioni in modo che lo sfilamento possa essere compatto; l’inquadramento sarà a cura di un Responsabile Sezionale.
f) durante la sfilata i cellulari debbono rimanere spenti perché non è bello vedere alpini che sfilano con il telefonino all’orecchio, mentre si ricorda che l’abbigliamento deve essere consono all’importanza della manifestazione ( i pantaloni corti sono da evitare);
g) Il Servizio d’Ordine è autorizzato anche a non immettere nel corteo vessilli e gagliardetti non previsti dallo Statuto A.N.A. ed elementi o simboli non confacenti all’impostazione della manifestazione; per lo stesso motivo non sono ammessi alla sfilata emblemi di attività sia pur ampiamente meritorie, quali donatori di sangue, di organi, ecc; è altresì proibito far partecipare alla sfilata i ragazzi/e anche se per mano al genitore.

A tale fine il Responsabile Sezionale dovrà coadiuvare il personale del S.O.N. alla zona filtro per tutta la durata del passaggio del proprio blocco sezionale

ALFIERI (in giacca , cravatta e guanti bianchi)
Venerdì 13 ore 09,00 (Alzabandiera in P.zza San Secondo): Alp. Lino DE PRA’
ore 17,00 (Onori e sfilata bandiera di Guerra – Polo Universitario) : Alp. Lino DE PRA’
Sabato 14 ore 16,00 (S. Messa in Cattedrale): Alp. Giuliano MORETTI
Domenica 15 (Sfilamento): Alp. Giorgio CASSIADORO

SFILAMENTO
Lo sfilamento si articolerà su righe di 9 (nove) e in testa sfileranno gli Alpini con la nuova maglietta sezionale.-
La Fanfara Alpina della Sez. VAL SUSA incaricata quest’anno di accompagnarci, sarà posizionata immediatamente prima del blocco degli alpini.-
Il nostro SERVIZIO D’ORDINE sarà diretto da Francesco ZANIN .

I Capi Gruppo ed i singoli Soci sono pregati di raccomandare di tenere il passo al suono della Banda.
I Consiglieri Sezionali sfileranno in giacca e cravatta.
Chi sfila con i gagliardetti dei Gruppi, con il tabellone Sezionale e con gli striscioni dovrà indossare la maglietta bianca sezionale.

Il tabellone “BELLUNO” sarà portato dal socio Mazzucco G.Franco del Gruppo di Castellavazzo e gli striscioni saranno portati da alpini del Gruppo di Limana e del Gruppo di Ponte nelle Alpi Chiuderà lo sfilamento lo striscione inerente il “Premio Fedeltà alla Montagna” portato da personale dei Gruppi dell’Agordino “anch’essi con maglietta bianca.

Vi raccomandiamo di essere all’ammassamento in Via Baracca entro le ore 11,30, per poter essere immediatamente pronti per la partenza.

Il personale della Protezione Civile, inquadrato in un unico blocco, sfilerà con il 5° Settore (ammassamento in Corso XXV Aprile – Angolo Via Catalani) con presumibile partenza alle ore 13,30.
I riferimenti orari sono puramente indicativi e potranno subire variazioni in più o in meno anche in misura significativa (maltempo e/o numero partecipanti alla sfilata).
Si raccomanda vivamente di attenersi agli ordini del servizio d’Ordine Nazionale ed a quello Sezionale.

Eventuali decisioni degli addetti “ZONA FILTRO”, vanno rispettate senza alcuna recriminazione o protesta.
Ricordo che presso il BAR ALPINI di Belluno in via Carrera, e presso la Sede della Sezione, sono in distribuzione le medaglie con tessera dell’Adunata Nazionale al costo di € 4,00 (quattro/00).

A tutti un buon viaggio, una buona adunata ed un cordiale arrivederci.-

IL PRESIDENTE
Angelo Dal Borgo

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.