La Pinza

Risale ad antichissime tradizioni cucinare la pinza, tipico dolce veneto, il giorno dell’Epifania. E’ un dolce rustico e semplice, fatto con farina di mais o con pane raffermo.

PINZA

Ingredienti:

  • gr. 400 di farina gialla
  • gr. 300 di farina 00
  • gr. 300 di zucchero
  • mezzo litro di latte
  • la buccia e il sugo di un’arancia
  • una presa di semi di finocchio
  • gr. 250 di uvetta
  • un cucchiaio di olio
  • due mele a pezzetti e fichi secchi a pezzetti.

Preparazione:

Riunite e mescolate in una capace terrina le farine, lo zucchero, l’uvetta, i semi di finocchio e i fichi.

Bollite il latte e versatelo nella terrina e  mescolate energicamente.

Aggiungete, sempre mescolando, il succo e la buccia di arancia, le mele a pezzi e l’olio.

Mettete il tutto in una teglia da forno.

Cuocete per circa 60’ fino a quando si sarà formata una crosticina dorata.

Tradizione:

La pinza è il dolce tradizionale del “Pan e vin”, una festa delle nostre tradizioni che si celebra nei campi in tutto il Veneto e in Friuli. Ogni famiglia, o gruppo di famiglie, accumula nei campi cataste di legna, che vengono bruciate la notte tra il 5 e il 6 gennaio. La pianura permette di vedere le luci dei diversi falò. Si gira così di falò in falò, mangiando la pinza appena tiepida e bevendo il vino brulè.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.