Una settimana di mostre per Treviso 2017!

Aspettando l’Adunata: a Treviso un week end di mostre a partire dalla Serenissima per arrivare allo spazio ragazzi con fumetti e illustrazioni.

Dopo l’inaugurazione della prima mostra, “Con la penna nera dal Piave alla Moldava” che rimarrà aperta al Portello Sile fino al 21 maggio, nuove aperture in vista nel fine settimana a Treviso per le numerose esposizioni ideate dal Centro Studi del Piave nell’ambito dell’Adunata Alpina.

Sabato 6 maggio nella suggestiva cornice di Palazzo dei Trecento, si potranno scoprire i segreti della Repubblica di Venezia e i suoi risvolti nel territorio trevigiano grazie alla mostra “La Serenissima” curata da Remo Martini con documenti, oggetti, carte e rarità notevoli. Una pubblicazione dedicata alla raccolta sarà presentata alle 10.30, segue inaugurazione.

Nel pomeriggio ci si trasferisce a Palazzo Giacomelli dove dalle ore 16.30 è visitabile la mostra “Cesare Battisti in Valsugana”. L’esposizione vuole dare lustro al ricordo del grande irredentista trentino mettendo in luce aspetti meno noti, come l’attività di geografo ed è curata dall’Associazione Culturale Chiarentana di Levico Terme.

Il giorno dopo, domenica 7 maggio “Di qua e di là del Piave” nella medievale Ca’ Robegan: saranno esposti momenti di vita del 1917 della città e dintorni (di qua del Piave…), imperniando il tutto sulla figura di Mons. Andrea Giacinto Longhin, vescovo di Treviso in quel triste periodo con documenti, fotografie, libri, lettere, diari. Proseguendo (di là del Piave…) si descriveranno le gesta di una medaglia d’oro, Alessandro Tandura, di Vittorio Veneto, primo paracadutato militare al mondo oltre le linee nemiche. Presentazione mostra e libro alle ore 10.30 in Palazzo dei Trecento, segue inaugurazione in sede espositiva.

Ricordiamo infine le “aree giovani”. La prima è allo Spazio Paraggi di via Pescatori in cui dal 6 al 15 maggio è allestita “La Grande Guerra raccontata ai ragazzi” con illustrazioni legate a libri sulla grande Guerra: “Da Caporetto alla vittoria” (tavole di Luigi Piccatto), “La guerra di Piero (Piero Sandano), “Scrivila la guerra” (Simona Mulazzani), Lagazuoi – guerra di mine” e “Sasso di Stria” (Gianni Carino). Apertura sabato 6 ore 16.30.

Lo Spazio Paraggi funge da punto di incontro per gli studenti del liceo classico Canova coinvolti durante l’Adunata nell’accompagnamento di visite in città e nell’illustrazione delle mostre. Il Secondo punto di incontro è nella chiesa di San Gregorio, con gli studenti dell’istituto turistico Mazzotti. Qui dal 10 al 14 maggio sarà possibile assistere a “Treviso da vedere”, contenente proiezioni riguardanti la città, le sue attività, le sue particolarità, ma nel point si troveranno anche informazioni di tipo ludico ed eno-gastronomico.

Nella pregevole chiesa di vicolo XX Settembre, verranno esposti anche fotopannelli forniti dalla Sezione ANA di Gemona, che ricordano i cantieri per i lavori degli Alpini in seguito al sisma in Friuli del 1976.

 

Ufficio stampa:
Laura Simeoni
339/2213115
ufficiostampa@treviso2017.it
www.treviso2017.it

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.