UNA STELLA ALPINA PER NON DIMENTICARE

Il “REPARTO SALMERIE” della Sezione A.N.A. di VITTORIO VENETO si prepara per una grande Adunata, fra le genti bellunesi e trevigiane!

In relazione alla 90^ Adunata Nazionale degli Alpini in programma nei giorni 12-13-14 maggio 2017 denominata “L’Adunata del Piave” ed organizzata sinergicamente dalle Sezioni A.N.A. di Conegliano, Treviso, Valdobbiadene e Vittorio Veneto, il Reparto Salmerie, con impegno e dedizione, ha ideato l’evento “Una stella alpina per non dimenticare” che vedrà interessati vari Comuni e Gruppi Alpini del territorio.

Si partirà con un’anteprima (“Aspettando l’Adunata”) già da domenica 7 maggio 2017 con una manifestazione che vedrà coinvolta la Sezione A.N.A. di Belluno ed in particolar modo il Gruppo A.N.A. di Ponte nelle Alpi – Soverzene, con il quale il Reparto Salmerie intrattiene un consolidato rapporto di amicizia. Un evento che, pur incentrato in un’unica giornata, risulterà, ne siamo certi, particolarmente significativo. Evento nell’evento: Il Reparto Salmerie è stato cortesemente invitato a presenziare in tarda mattinata all’inaugurazione di una nuova via intitolata agli alpini in località Rione Santa Caterina.

Vi sarà quindi, nella settimana dell’Adunata, una marcia che prenderà ufficialmente il via da Vittorio Veneto mercoledì 10 maggio per concludersi a Treviso nel tardo pomeriggio di venerdì 12 maggio (toccando punti particolarmente rilevanti quali il Bosco delle Penne Mozze a Cison di Valmarino e l’Isola dei Morti a Moriago della Battaglia).

Anche il Reparto Salmerie di Vittorio veneto vuole lasciare un segno in questa Adunata Nazionale (unica nel suo genere che coinvolge più Sezioni A.N.A.) nel segno della più ampia collaborazione e unità d’intenti, avvalorata dal rispetto, dal ricordo e dall’onore dovuto a soldati e a popolazioni locali travolte da desolazione, da dolore e da estremo sacrificio.

Anche per questo motivo abbiamo voluto organizzare questo nostro itinerario attraversando queste terre un tempo martoriate dall’orrore di tragici eventi. Il Reparto Salmerie, essendosi dedicato alacremente a questo progetto e dopo aver profuso notevoli energie per riuscire a concretizzarlo, pur rendendosi conto che vi potranno essere in corso d’opera delle piccole modifiche, si augura che lo stesso venga sostanzialmente rispettato.

Piccole variazioni e miglioramenti verranno opportunamente valutati nel rispetto di quel che vuol essere il significato intrinseco del nostro gesto. Infatti nella programmazione di questo nostro progetto vi è un triplice intendimento:

1 – continuare a far conoscere i muli ( a buon titolo, insieme al cappello con la penna, un simbolo identificativo degli alpini). Muli che si sono spesso resi protagonisti in tante vicende tragiche della nostra storia;
2 – diffondere i valori che i nostri “veci” ci hanno tramandato tenendo vivo il ricordo di chi ci ha preceduto ed onorandone la memoria;
3 – portare una ventata d’allegria tra le genti che incontreremo lungo il cammino con spirito
d’amicizia, di fraternità e di speranza.


A latere dell’evento vi sarà un’iniziativa a scopo benefico a favore dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla con una raccolta fondi da parte dei volontari dell’A.I.S.M. che presenzieranno in alcune tappe del nostro percorso.

Con l’A.I.S.M. abbiamo instaurato da alcuni anni una buona intesa e riteniamo che a margine dell’attività specifica del Reparto vi sia la possibilità di sostenere ed aiutare questa benemerita Associazione.

Ci fa piacere sottolineare inoltre che tutti i Gruppi A.N.A. coinvolti a vario titolo in questo nostro evento si sono dimostrati favorevoli a questa iniziativa dimostrandoci, con vero spirito alpino, disponibilità e condivisione.

… ASPETTANDO L’ADUNATA …

Ci sembrava doveroso ( e lo facciamo davvero con piacere) rendere omaggio alla Sezione di Belluno per la sempre dimostrata simpatia nei confronti della nostra compagine.

L’accoglienza ricevuta in occasione del Raduno Triveneto a Belluno nel 2011 e le tante attestazioni d’amicizia che ci sono giunte da tanti alpini bellunesi durante gli anni ci rendono onorati di poter iniziare proprio da queste terre questa nostra avventura alpina.

Tra i vari Gruppi ANA vogliamo ricordare e ringraziare quello di “Ponte nelle Alpi – Soverzene” per la costante, preziosa e fattiva collaborazione che dura già da moltissimi anni. Non possiamo quindi dimenticarne i formidabili alpini Luigi Bristot, Benvenuto Prest e Gino Rizzo che rimarranno indelebilmente impressi nei nostri più cari ricordi. Questi nomi si accumunano per ’impegno profuso in seno all’Associazione e ci ricordano la mula Fina, forse la mula migliore che il nostro Reparto abbia mai avuto.


Domenica 7 Maggio 2017

Ore 8.00 ritrovo al “Ponte degli Alpini a BELLUNO): lato est (strada per Cavarzano).

ore 8.30: Saluto alla Statua dell’Alpino e inizio sfilata, (sosta alla Stele ai Caduti) via Volontari della Libertà e continuazione fino al parco dell’Artigliere da Montagna; (km. 1,00).

Ore 9.00: Cerimonia presso il Monumento al “Mulo e al suo Conducente” (opera realizzata nel 1993 su bozzetto di Massimo Furlan, reduce di Russia) con interventi delle Autorità e deposizione corona ai Caduti. A seguire proseguimento della sfilata attraversando Piazza Martiri della Libertà e breve sosta nei pressi del Teatro Comunale (Km 700 a piedi). Proseguimento lungo Via Rialto, Via Mezzaterra, Via I° novembre, Via Uniera del Zater fino a giungere al Ponte Vecchio. (km. 1,100 )

ore 10.00: raggruppamento del corteo sul Ponte Vecchio, inquadramento e cerimonia in ricordo dei Caduti. Una delegazione si porterà sul “Ponte della Vittoria” per il lancio sul “Fiume Sacro” di un mazzetto formato da tre rose rosse, simbolo del sangue versato dai soldati di tutte le Nazioni e da tre stelle alpine a simboleggiare quello degli alpini.

ore 10.30 circa: Scioglimento del corteo, caricamento dei muli sul camion e proseguimento con i mezzi propri fino a raggiungere la località Rione Santa Caterina (Comune di Ponte nelle Alpi). Riassetto muli e ricompattamento partecipanti; (km. 8,500 – Camion/auto).

Ore 11.00 Ritrovo alla scuola materna di Piaia. (Rione S. Caterina /Ponte nelle Alpi).

ore 11.30 Cerimonia d’inaugurazione di una nuova strada: “Via degli Alpini”, alla presenza delle autorità e della cittadinanza. A seguire, la marcia attraverserà il ponte sul Piave e giungerà al Monumento presso la Chiesetta di Santa Caterina per l’accensione di un cero. A seguire, proseguimento lungo Via dei Zattieri per giungere a Nuova Erto: (km. 2,900 a piedi).

ore 13.00 circa: rancio presso la Sede degli Alpini. A seguire, interventi delle autorità con un ricordo particolare dedicato agli alpini Bristot, Prest e Rizzo ed un omaggio ai familiari da parte del Reparto Salmerie. Il Reparto tornerà quindi a casa per ritemprare le forze e, ricco di questa esperienza che rinsalda l’amicizia con gli amici bellunesi, si preparerà per l’impegnativa avventura che inizierà mercoledì 10 maggio e lo porterà a Treviso per la 90^ Adunata Nazionale degli alpini.

“UNA STELLA ALPINA PER NON DIMENTICARE “
(L’asta dei muli a Belluno – anno 1993) (L’alpino De Luca con il mulo Iroso: “classe 1979”)


Mercoledì 10 maggio 2017

Ore 7.00 partenza marcia con i muli dalla Sede del Reparto (Anzano di Cappella Maggiore);

Ore 7.55 arrivo a Vittorio Veneto, presso la Pieve di S. Andrea di Bigonzo circa Km. 3,500

ore 8.00 Alzabandiera al monumento dedicato alle Penne Nere a Sant’Andrea di Bigonzo;

ore 8.15 Partenza per giungere in Piazza del Popolo a Vittorio Veneto; circa Km. 1

ore 8.30 Onore ai Caduti al monumento in Piazza del Popolo e discorsi ufficiali;

ore 9.15 Trasferimento (AUTO/CAMION) al “Bosco delle Penne Mozze” (Cison di Valmarino)

ore 10.00 Breve cerimonia al Bosco delle Penne Mozze con la collaborazione del Gruppo A.N.A. di Cison di Valmarino (Sezione di Vittorio Veneto). L’intendimento è quello di portare idealmente con noi all’Adunata coloro che vengono ricordati in questo memoriale unico nel suo genere;

ore 10, 15 partenza, transito per il centro di Cison fino a giungere al cimitero Austro-Ungarico di Follina accompagnati dal Gruppo A.N.A. di Follina;

ore 11.30 Cerimonia al Cimitero Austro-Ungarico e a seguire alzabandiera al Monumento ai Caduti (Bivio SP. n.4) a Follina; circa Km. 6,000

ore 12.15 partenza da Bivio SP.4 per Pedeguarda lungo il fiume Soligo fino a giungere alla Sede
del Gruppo A.N.A. di Follina (Sezione di Vittorio Veneto); circa Km. 3,500

ore 13.15 Pranzo (Sede Gruppo A.N.A. Follina);

ore 15.45 Partenza da Sede Gruppo A.N.A. Follina in direzione Soligo circa Km. 3,500

ore 17.00 Arrivo previsto ed incontro con il Gruppo Alpini di Soligo (Sezione di Conegliano). Sistemazione muli per la notte, cena con gli alpini di Soligo e pernottamento.


Giovedì 11 maggio 2017

ore 8. 15 Alzabandiera presso la scuola elementare di Soligo in Via Bon Bozzolla e Onore ai Caduti al Monumento dedicato alla Medaglia d’Oro” Sante Dorigo”;

ore 8.45 partenza in direzione Isola dei Morti (Comune di Moriago della Battaglia),

ore 10.00 transito a Sernaglia della Battaglia e proseguimento;

ore 11.00 transito a Moriago della Battaglia e proseguimento;

ore 12.00 arrivo all’Isola dei Morti. circa Km. 10,500

Ore 12.15 Cerimonia presso l’Isola dei Morti con il Gruppo A.N.A. di Moriago della Battaglia (Sezione di Valdobbiadene);

ore 12.45 Pranzo nella zona adiacente all’Isola dei Morti (Gruppo ANA Moriago);

ore 14.30 Partenza per Colfosco di Susegana: (Trasferimento (AUTO/CAMION);

ore 17.00 Cerimonia ai Caduti ed ammaina bandiera con il Gruppo A.N.A. di Colfosco (Sezione di Conegliano);

ore 17.30 partenza lungo il fiume Piave in direzione Ponte della Priula circa Km. 3 ,500

ore 18.30 arrivo previsto a Ponte della Priula.

ore 19.00 cerimonia e Santa Messa presso il Tempio Votivo di Ponte della Priula con la partecipazione della Corale AVE PLAVIS;

ore 20.00 – sistemazione muli per la notte e, a seguire, cena con il Gruppo A.N.A. di Ponte della Priula (Sezione di Conegliano).

Ore 22,30 pernottamento in zona (Sede ex Genio Civile).


Venerdì 12 maggio 2017

ore 8.15 Alzabandiera al Ponte della Priula (Gruppo A.N.A. Ponte della Priula);

ore 8.30 Partenza da Ponte della Priula, attraversamento del ponte sul Piave e proseguimento in parte lungo viottoli di campagna, argini del fiume fino a raggiungere il monumento sito in via Barcador a Lovadina ( ore 10 30 breve sosta e cerimonia ai Caduti). Km. 6,500

Ore 10.45 partenza per Casa degli Alpini a Visnadello, in Via Sile. Km. 5,000

Ore 12.00 cerimonia presso la Sede e pranzo col Gruppo A.N.A. di Visnadello (Sezione di Treviso).

Ore 14.30 partenza per Treviso accompagnati dagli alpini di Visnadello e da quanti vorranno condividere con il Reparto Salmerie l’ultima “fatica”; (circa km. 13,000).

Ore18.30/19.00 – arrivo previsto a Treviso in Via Alcide De Gasperi (ex Genio Civile) dove conducenti e quadrupedi potranno godere del meritato riposo ricordando le varie località attraversate, i tanti momenti trascorsi con le popolazioni e le tante emozioni provate.

Base logistica Salmerie a Treviso Treviso, Piazza dei Signori

Saranno percorsi nei tre giorni, circa Km. 56 a piedi e Km. 31 in auto/camion per un totale di km. 87.


Ribadiamo che sia i chilometri che gli orari esposti sono da ritenersi indicativi. I tempi di percorrenza e di sosta potranno quindi essere suscettibili di elasticità. Cercheremo comunque, nel limite del possibile e salvo imprevisti, di rispettare il programma stabilito Il Reparto Salmerie auspica che vi sia un contegno rispettoso nei luoghi sacri che andremo ad incontrare e durante le varie cerimonie.

Il Reparto Salmerie esprime la più sentita gratitudine a tutti coloro che, a vario titolo, ci hanno dimostrato stima ed affetto. In particolar modo vogliamo ringraziare i Gruppi A.N.A. in rappresentanza delle Sezioni di Belluno, Conegliano, Treviso, Valdobbiadene e Vittorio Veneto, per la preziosa, fattiva ed indispensabile collaborazione.

A tutti davvero grazie di cuore.

A.N.A. Sezione di VITTORIO VENETO

“REPARTO SALMERIE”

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *